Categoria: Racconti e Riflessioni

“Racconti e riflessioni” è un angolo di relax mirato alla trattazione di argomenti importanti come l’invecchiamento e la demenza, visti con gli occhi del cinema e dei libri. Tributi e pensieri in particolari ricorrenze.

La vera storia della Befana La vecchina che porta i dolci ai bambini buoni

La parola Epifania deriva dal greco e, nella tradizione cristiana, indica la manifestazione di Gesù. È la festa che riporta alla visita dei tre Re Magi al Bambinello nella notte tra il 5 e il 6 di gennaio. Come tutti sappiamo, i Re Magi, considerati sapienti di scienza e teologia, furono guidati dalla stella Cometa per portare in dono, a Gesù Bambino, tre doni preziosi, l’oro che è il metallo più prezioso, l’incenso che è un profumo che sprigiona la sua fragranza quando viene bruciato e la mirra, una crema profumata che veniva usata per ungere il corpo dei defunti durante l’imbalsamazione.
Ma se sono i Re Magi che portano i doni nella notte tra i 5 e il 6 gennaio, cosa c’entra la Befana?
Nella tradizione cristiana, effettivamente non c’entra proprio nulla, ma nella tradizione popolare c’è una leggenda che la fa diventare protagonista di questa storia. Continua a leggere La vera storia della Befana La vecchina che porta i dolci ai bambini buoni

× Featured

Mi racconto...

2 Ottobre La Festa dei Nonni Gli Angeli custodi

Oggi, 2 ottobre, si festeggiano “I NONNI”. Tutto ebbe inizio in America, grazie ad una mamma del West Virginia, la Sig.ra Marian Mc Quade, che aveva 15 figli e 40 nipoti. Oltre ad essere nonna aveva lavorato con gli anziani per diversi anni e cercava di portare avanti la campagna, pro festa, da molto tempo. Era il 1970, ma solo nel 1978, l’allora Presidente degli Stati Uniti d’America, Jimmy Carter, proclamò che la festa nazionale dei nonni (il Grandparents Day) fosse celebrata ogni anno, la prima domenica di settembre. Alcune famiglie, in questo giorno, si radunano dilettandosi con giochi da tavolo che facilmente favoriscono gli incontri “generazionali” tra giovani e anziani. Continua a leggere 2 Ottobre La Festa dei Nonni Gli Angeli custodi

× Featured

Mi racconto...

La storia del panettone di Natale Il "Pan de Toni"

Secondo alcune leggende viene attribuita ai milanesi la nascita del Panettone. Si narra che Toni, un umile servo della cucina di Ludovico il Moro, sarebbe l’inventore del dolce più famoso e caratteristico delle feste natalizie. Siamo nella Milano di fine ‘400.
E’ la vigilia di Natale e il capo cuoco degli Sforza, per distrazione, brucia il dolce destinato al banchetto ducale.
Toni, lo sguattero, aveva messo da parte un panetto di lievito madre che gli sarebbe servito per preparere il suo dolce della vigilia. Continua a leggere La storia del panettone di Natale Il “Pan de Toni”

× Featured

Mi racconto...

Dolcetto o Scherzetto? Le antiche tradizioni dei nostri anziani La notte di Halloween

La notte di Halloween che si celebra tra il 31 ottobre e il 1° novembre è una festività anglosassone che trae le sue origini dai Celti. Ha assunto poi una grande rilevanza negli Stati Uniti con forme macabre e commerciali e di divertimento per i bambini, che girano di casa in casa, travestiti in vari modi, recitando la formula di “dolcetto o scherzetto”. E’ una festa la cui simbologia è legata al mondo della morte e dell’occulto. Il suo emblema è una zucca intagliata. L’uso della zucca, che sembra essere ormai una prerogativa di Halloween, Continua a leggere Dolcetto o Scherzetto? Le antiche tradizioni dei nostri anziani La notte di Halloween

× Featured

Mi racconto...

Essere o Sentirsi? Un libro di Sergio Bambarén

 

Nel cercare qualcosa di interessante da pubblicare, ho trovato questo passaggio tratto da un libro di Sergio Bambarén. Trovo sia molto bello e toccante e spiega molto bene la differenza tra essere vecchio o sentirsi tale. Lo dedichiamo a tutti voi con la speranza che possiate trovarlo bello come lo abbiamo trovato noi. N.N. A&V

 Essere vecchi è aver vissuto molti anni,
ma sentirsi vecchi è aver perduto la gioia di sentirsi vivi.
Essere vecchi rende un pò più lenti,
ma sentirsi vecchi soffoca i sogni dello spirito …
Essere vecchi è chiedersi: Ne vale davvero la pena?
Sentirsi vecchi è rispondere: No, senza nemmeno pensarci.
Essere vecchi è sognare a occhi aperti,
sentirsi vecchi è non riuscire quasi a chiudere occhio.
Essere vecchi significa avere ancora tante cose da imparare e da scoprire,
sentirsi vecchi è smettere di imparare e di insegnare.
Essere vecchi è allenare il corpo, elevare lo spirito, coltivare i sogni,
sentirsi vecchi è rimanere incollati alla tivù, sprofondati nel divano, oggi.. domani.. e dopodomani..
Essere vecchi significa avere davanti un futuro e dei progetti,
sentirsi vecchi significa avere l’agenda vuota e ricordare solo i bei tempi andati.
Essere vecchi vuol dire provare ogni giorno qualcosa di nuovo, rinnovare se stessi, puntare gli occhi sull’orizzonte cercando di scoprire che cosa c’è oltre, lontano..
sentirsi vecchi è iniziare a pensare che forse oggi è l’ultimo giorno che resta da vivere, e chiudersi ancora una volta nel proprio guscio di certezze …..

 Sergio Bambarén
Lettera a mio figlio sulla Felicità

× Featured

Mi racconto...