Il Papa e gli anziani

Non voglio certo farne una questione religiosa o politica, ognuno è libero di credere o no, ma voglio comunque sottolineare, con una visione assolutamente laica, quanto Papa Francesco stia facendo per dare rilievo alla condizione degli anziani. All’incontro che ha tenuto in Brasile in occasione della giornata mondiale della gioventù, durante l’Angelus celebra i nonni e il dialogo tra le generazioni, soprattutto all’interno della famiglia, “un tesoro da conservare e alimentare”. “Auguriamoci di poter invecchiare come il buon vino”.
Ribadisce un concetto a lui caro, avvicinando giovani e meno giovani, entrambi con un ruolo fondamentale: “bambini e anziani”, ha detto Francesco, “costruiscono il futuro dei popoli”. I più giovani, ha spiegato, sono importanti perché costruiranno la storia, ma i nonni, ha aggiunto, “sono importanti nella vita della famiglia “, loro sono la storia, l’hanno già costruita. In questa giornata mondiale “i giovani vogliono salutare i nonni” “e li ringraziano per la testimonianza di saggezza che offrono continuamente”, il tutto è avvenuto nella giornata dedicata alla festa dei nonni, a suggellare l’importanza di questa unione fondamentale per tutti noi e per l’evoluzione della specie.
Per la sua vicinanza alla gente è stato definito un “papa del popolo” e credo che non possa certo passare inosservata una simile attenzione. Ha definito che “I più gravi mali del mondo in questi anni sono i giovani senza lavoro e i vecchi lasciati soli”.
Per chi, come me, si occupa ormai da circa vent’anni della cura e dell’assistenza agli anziani, un simile messaggio non può certo passare inosservato. Dà spinta e motivazione nel continuare un cammino umano e professionale, a volte difficile ma tanto arricchente dal punto di vista delle relazioni. Ripeto, non ne faccio una questione religiosa, ma un tributo ad una simile attenzione è meritevole di menzione.  N.N.  A&V

× Featured

Mi racconto...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *