La Medicina alternativa Diversi tipi di trattamenti

Parlare di “alternativa” significa far riferimento a qualcosa che possa, in qualche modo, sostituire qualcos’altro. Per quanto riguarda le cure mediche nel corso degli ultimi decenni si stanno diffondendo nel mondo occidentale (nel mondo orientale sono pratiche già ben radicate e praticate), in misura sempre più estesa, diversi tipi di trattamenti, rimedi e filosofie terapeutiche che non sono riconosciuti nel contesto della medicina ufficiale. Da qui il termine che le connota come: alternative, complementari, integrative, tradizionali, olistiche, naturali, dolci, ecc.

Il problema scaturisce dal fatto che per la scienza tradizionale non esistono prove di efficacia o se sono state sottoposte a verifica sperimentale ne è stata ravvisata la inefficacia o quasi l’inutilità e quindi non vengono ricomprese nella medicina “tradizionale” scientifica.

Il termine include una variegata serie di pratiche, tanto che non è possibile parlare di medicina alternativa tout court ma di una serie di pratiche diverse e non omogenee. Nonostante la non omogeneità di tali pratiche, il termine è stato criticato anche da quegli scettici che ritengono le pratiche di medicina alternativa ingannevoli. Richard Dawkins (Richard Dawkins, A Devil’s Chaplain, United States, Houghton Mifflin, 2003, p. 58. ISBN 0-618-33540-4) ha affermato che “non esiste la medicina alternativa, esiste solo una medicina che funziona e una che non funziona”.

Alcune autorevoli società scientifiche hanno espresso il  loro parere rispetto all’argomento:

  • Il Medicine (NCCAM) definisce la Medicina Alternativa come un insieme di pratiche mediche e terapeutiche che non rientrano nella medicina convenzionale;
  • Il Danish Knowledge and Research Center for Alternative Medicine (ViFAB) utilizza il termine “medicina alternativa” per indicare sia i trattamenti effettuati da terapisti che non hanno una qualifica professionale medica, sia quelli effettuati da terapisti con una qualifica professionale medica, ma fondati su pratiche estranee al sistema terapeutico convenzionale.
  • Il Cochrane Collaboration ritiene che ciò che in un paese è considerato medicina complementare, in altro paese possa essere ritenuto medicina convenzionale. Da qui la definizione che essi danno è che “la medicina alternativa include tutte quelle pratiche e idee che si pongono al di fuori della medicina tradizionale in molti paesi”.
  • La National Science Foundation ha definito la medicina alternativa come “tutti quei trattamenti che non hanno mostrato alcuna efficacia quando sottoposti a verifica scientifica”.
  • L’Institute of Medicine (IOM) statunitense, nel 2005, definiva la medicina alternativa-complementare come l’approccio non dominante alla medicina in una data cultura e in un dato periodo storico.

Le medicine alternative in Italia

Secondo le linee guida emanate dal Consiglio Nazionale della FNOMCeO nel 2002, in Italia tra le medicine e le pratiche non convenzionali solo nove discipline sono ritenute rilevanti sia in base alle indicazioni del Parlamento Europeo e del Consiglio d’Europa che in base alla maggiore frequenza di ricorso ad alcune di esse da parte dei cittadini, oltre che degli indirizzi medici affermatisi. Queste sono rappresentate da:

  1. Agopunturaimages
  2. Fitoterapia
  3. Medicina antroposofica
  4. Medicina Ayurvedica
  5. Medicina Omeopatica
  6. Medicina tradizionale cinese
  7. Omotossicologia
  8. Osteopatia
  9. Chiropratica.

L’esercizio di queste medicine e pratiche non convenzionali viene considerato  un atto medico, e il loro esercizio è riservato ad esclusiva competenza e responsabilità professionale del medico, dell’odontoiatra, del veterinario e del farmacista, ciascuno per le rispettive competenze. Vengono considerate sistemi di diagnosi, di cura e prevenzione che affiancano la medicina ufficiale. Per poterle esercitare il presupposto fondamentale deve essere basato sul principio che qualunque intervento terapeutico debba essere preceduto da una diagnosi corretta.

Circa un anno fa nel febbraio del 2013, durante la Conferenza permanente Stato Regioni, è stato emanato un accordo che regolamenta sia la qualità della formazione e della pratica dell’agopuntura, della fitoterapia e dell’omeopatia, sia il riconoscimento legale del profilo professionale dei medici che praticano agopuntura, fitoterapia ed omeopatia, istituendo presso gli Ordini professionali provinciali dei medici chirurghi e degli odontoiatri, elenchi dei professionisti esercenti queste pratiche (Conferenze Stato Regioni ed Unificata, Accordo tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente i criteri e le modalità per la formazione ed il relativo esercizio dell’agopuntura, della fitoterapia e dell’omeopatia da parte dei medici chirurghi ed odontoiatri”. (SALUTE) Codice:4.10/2013/2 (Servizio III) Accordo ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, 7 febbraio 2013).

Interventi sulla relazione mente-corpo
E’ indubbio che queste tecniche possano interagire con la mente e alla capacità di quest’ultima di influenzare i sintomi e le funzioni corporee. Questo insieme di pratiche si focalizza sulle possibili interazioni tra il cervello, la mente, il corpo e sulle modalità con le quali fattori emozionali, mentali, spirituali e comportamentali possono influenzare la salute dell’individuo. L’approccio di queste tecniche tende a favorire in ciascun individuo l’autoconoscenza e l’autocura. In questa area possono rientrare:

  • lo yogaOmeopatia-thumb
  • la meditazione
  • l’autoipnosi
  • il biofeedback
  • la floriterapia (i fori di Bach)
  • le terapie manipolative
  • le terapie nutrizionali
  • la chiropratica
  • Pratiche basate su fonti di energia
  • Il tocco terapeutico

 

La medicina alternativa in geriatria

Fitoterapia e omeopatia si prestano a una precisa personalizzazione della cura e rispondono all’esigenza sempre più pressante in medicina di recuperare la visione olistica del paziente, importante anche in ambito geriatrico. Alcune tecniche stanno assumendo sempre più rilevanza anche nell’ambito della cura all’anziano, tra queste ricordiamo:

  • La ROTbari-terapie-alternative
  • La musicoterapia
  • Il tocco terapeutico
  • La Doll therapy
  • Le terapie nutrizionali
  • Le terapie manipolative                    N.N A&V

Il calore che si irradia dalla mano, applicato ai malati, è altamente salutare. Ippocrate

 

× Featured

Mi racconto...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *