Tocco Armonico : Il massaggio lento

Il Tocco Armonico è l’espressione di un’attività manuale attenta al benessere olistico della persona. E’ una tecnica di massaggio basata sulla consapevolezza e la capacità di dirigere le energie vitali della persona ricevente. Si tratta di un tocco dolce, sensibile, lento e molto riequilibrante, permette un approccio rispettoso e mirato alla situazione personale del soggetto che lo riceve. Tale tecnica produce, nel soggetto, un profondo rilassamento dello stato vitale con immediati benefici a livello psichico, fisico ed emozionale. Inoltre, a differenza di altre tecniche di massaggio, dopo una seduta di Tocco Armonico, l’operatore non si ritrova esausto ma con uno stato energetico riequilibrato.

Il Tocco Armonico  trova le sue origini dal Body Harmony (tecnica di massaggio  ideata dal  Sig. DON MC FARLAND Terapista Americano della Tecnica Cranio sacrale). Il Tocco Armonico nasce nel 1997, in seguito ad una serie di personali intuizioni e sperimentazioni di dinamiche  manuali ed articolari, di nuovi movimenti e pressioni sulle varie zone corporee di un infermiere di Torino, Enzo Dantoni. A differenza di altre tipologie di massaggio, il Tocco Armonico non prevede una serie di tecniche manuali stabilite a priori ma si adatta alle esigenze della persona ricevente nello stesso momento del trattamento. Sostanzialmente l’operatore, previa attenta osservazione della persona, agisce sulle zone corporee maggiormente contratte o doloranti, oppure su zone che appaiono più scariche dal punto di vista “energetico”.

E’ una tecnica che non si contrappone al valore della medicina tradizionale e non si applica in alternativa ad essa ma si propone come utile strumento da utilizzare nella relazione d’aiuto attraverso l’uso naturale delle mani.   In generale gli effetti benefici prodotti dal Tocco Armonico sono:

  •  rilassamento psichico e fisico
  • riduzione delle tensioni muscolari
  • riduzione delle tensioni articolari
  • miglioramento della digestione, della respirazione e della qualità del riposo notturno
  • miglioramento nelle dinamiche della relazione d’aiuto
  • miglioramento dello stato vitale (le persone trattate con il Tocco Armonico riferiscono un gradevole stato di benessere generale)

La tecnica del Tocco Armonico si esplica attraverso movimenti lenti della mano dell’operatore sulla pelle (scoperta o coperta dagli indumenti) e sulle articolazioni che presentano zone contratte o, viceversa, scarsamente toniche. I movimenti della mano “esplorano” e seguono quelli che nel Tocco Armonico si chiamano i “Percorsi Energetici”. I percorsi energetici sono tracce visibili e non, “sentieri sensoriali” che il corpo del ricevente esprime al massaggiatore affinchè quest’ultimo li esplori e li percorra dando origine ai movimenti energetici di cui il soggetto ricevente abbisogna. I Percorsi Energetici sono rappresentati da una moltitudine di manifestazioni espresse dal corpo della persona ricevente, quali sottili e micro movimenti dei fasci muscolari, zone “vuote” e zone “congeste” di energia (ovvero zone corporee contratte o poco toniche), “inviti e limiti” tissutali (presenti nell’epidermide, nel sottocute, nei muscoli, nelle ossa, negli organi, e visceri), zone che richiedono una  pressione più o meno accentuata della mano. I Percorsi Energetici non sono linee energetiche preordinate ma si esprimono solo nel momento in cui la mano dell’operatore tocca la zona da trattare. I Percorsi Energetici sono l’espressione diretta del corpo ricevente che indirizza la mano dell’operatore su come agire per portare benessere in quella zona e in tutto il corpo stesso. Nel Tocco Armonico l’operatore non esercita un massaggio attivo e deciso a priori. Pertanto la mano dell’operatore agirà assecondando i Percorsi Energetici come una nave che cavalca le onde marine o come gli uccelli che sfruttano il vento per mantenersi in volo. Quando la mano operante entra in contatto con i Percorsi Energetici quest’ultimi si attivano in modo da attivare l’Energia Vitale della persona ricevente. In tal modo l’Energia Vitale agisce affinchè il corpo trovi le soluzioni biologiche più adeguate per rispondere a quelle condizioni di malessere che disturbano la persona. Nella mia esperienza personale con il Tocco Armonico le persone trattate hanno riportato un miglioramento dello stato vitale, descrivendolo come uno stato di profondo rilassamento e/o uno stato di tonicità psicofisica. Tra le altre osservazioni riferite vi sono la sensazione di un corpo più leggero o gradevolmente pesante, un addome “svuotato”, voglia di fare, respiro “più libero”… Anche con le persone anziane, specie con quelle affette da demenza, le quali sono prive di ogni condizionamento mentale, il tocco armonico apporta dei benefici e rilassamento e diviene particolarmente adatto nei momenti di agitazione e confusione. Per quanto riguarda invece i disturbi maggiormente riferiti dalle persone, il Tocco Armonico sembra aver agito in modo significativo su:

  • situazioni di stress psicofisico
  • stati d’ansia e attacchi di panico
  • crampi, dolori e contratture muscolari
  • cefalea ed emicrania
  • algie viscerali
  • disturbi del sonno
  • disturbi della digestione

Il Tocco Armonico dunque, come tutto ciò che è comunicazione non verbale, può essere utilizzato come efficace strumento per creare una relazione d’aiuto tra l’operatore e la persona.    L.D. A&V

“Dedicati così tanto al miglioramento di te stesso da non avere il tempo di criticare gli altri.”   Jim Rohn

× Featured

Mi racconto...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *