Tag: insonnia

La Narcolessia i disturbi del sonno

La narcolessia rientra tra i disturbi del sonno, anche se la sua origine non è ben conosciuta. E’ un disturbo conosciuto già dalla fine dell’800.
Si caratterizza fondamentalmente da due sintomi:

  • Eccessiva sonnolenza diurna e attacchi improvvisi di sonno;
  • Cataplessia ovvero un’improvvisa e temporanea debolezza muscolare.

A livello epidemiologico si evidenzia una percentuale del 20-40% di persone che soffrono di disturbi del sonno, percentuale che sale fino al 60% negli anziani.
Con l’avanzare dell’età, gli anziani, hanno spesso delle modificazioni dei livelli di ormoni, molecole del sangue e alterazioni dei ritmi circadiani. Quest’ultimo aspetto influisce molto sulla qualità del sonno e sulla qualità della vita. I principali disturbi del sonno sono legati a risvegli mattutini precoci, frequenti risvegli notturni e tendenza al sonnellino pomeridiano per cercare di recuperare il sonno perduto. Continua a leggere La Narcolessia i disturbi del sonno

× Featured

Mi racconto...

La depressione nella terza età

La depressione è una patologia dell’umore, tecnicamente un disturbo dell’umore caratterizzata da un insieme di sintomi cognitivi, comportamentali, somatici ed affettivi che, nel  loro insieme, sono in grado di diminuire in maniera da lieve a grave il tono dell’umore, compromettendo il “funzionamento” di una persona, nonché le sue abilità ad adattarsi alla vita sociale. La depressione non è quindi, come spesso ritenuto, un semplice abbassamento dell’umore, ma un insieme di sintomi più o meno complessi che alterano anche in maniera consistente il modo in cui una persona ragiona, pensa e raffigura se stessa, gli altri e il mondo esterno. Continua a leggere “La depressione nella terza età”

× Featured

Mi racconto...

Il sonno nell’anziano

Il sonno è una componente essenziale della salute che influenza il benessere e la qualità di vita degli individui e come tale deve essere incoraggiato, in accordo agli obiettivi del WHO – World Health Organization, della Salute per tutti entro l’anno 2000. La qualità del sonno è la misura di quanto una persona si sente energica, attiva e pronta per un nuovo giorno ed include numerosi aspetti qualitativi e quantitativi. Difetti della qualità del sonno possono causare disordini dei sentimenti, pensieri e motivazioni. I sintomi fisici e cognitivi di chi ha una scadente qualità del sonno sono stanchezza, perdita di concentrazione e memoria, fatica, scarsa tolleranza al dolore, ansia, nervosismo, pensieri irrazionali, allucinazioni, perdita di appetito, costipazione e maggior predisposizione agli infortuni. E’ anche risaputo che i disturbi del sonno causano tensione, ritardo nella guarigione delle ferite, aumento del dolore e amplificano le difficoltà della vita quotidiana. Anche se le funzioni del sonno non sono ancora state adeguatamente spiegate, il sonno è riconosciuto essere fondamentale al funzionamento dell’organismo ed al mantenimento del benessere. Bahr lo descrive come un evento naturale che ha la funzione fisiologica e psicologica di attivare il processo ristorativo e riparatore del corpo. E’ dimostrato che un aumento dell’attività mentale emotiva e fisica o momenti di stress o di malattia portano ad un aumentata necessità di sonno.

Il sonno è caratterizzato da diverse fasi. Continua a leggere “Il sonno nell’anziano”

× Featured

Mi racconto...