Tag: Terapia

Il giardino Alzheimer L'ambiente di vita dei malati di Alzheimer

E’ ormai riconosciuto come l’ambiente di vita dei malati di Alzheimer (e di altri tipi di demenza), debba essere rimodellato sulle loro esigenze; infatti, l’azione di cura e di tutela chiama in causa non soltanto le persone, ma anche gli spazi edilizi ed urbani. La progettazione dell’ambiente (non solo quello protetto e specifico), quindi, è parte integrante dell’approccio globale alla cura e assistenza delle persone affette da demenza, ed è sulla coerenza a questo punto che ruota la qualità della vita di questi pazienti.

La qualità funzionale ed estetica degli spazi ad hoc, sia chiusi sia aperti, ha un ruolo determinante, non soltanto perché supporta lo sviluppo dei programmi terapeutici, ma perché richiama costantemente il valore e l’inviolabilità di ogni persona, riconoscendo la sua dignità insieme con chi se ne prende cura. Un aspetto, quest’ultimo, da non trascurare, perché lavorare in ambienti funzionali, confortevoli e ricchi di valenze anche estetiche, contribuisce a non sperperare energie psico-fisiche e a mantenere la propria motivazione, e, di conseguenza, aiuta e rassicura i pazienti e i loro familiari. Continua a leggere Il giardino Alzheimer L’ambiente di vita dei malati di Alzheimer

× Featured

Mi racconto...

Effetti della ” Musicoterapia “

La World Federation off Music Therapy ha dato nel 1996 alla musicoterapia la seguente definizione:

La musicoterapia è l’uso della musica e/o degli elementi musicali (suono, ritmo, melodia e armonia) da parte di un musico terapeuta qualificato, con un utente o un  gruppo, in un processo atto a facilitare e favorire la comunicazione, la relazione,  l’apprendimento, la motricità, l’espressione, l’organizzazione e altri rilevanti  obiettivi terapeutici al fine di soddisfare le necessità fisiche, emozionali, mentali,  sociali e cognitive.   La musicoterapia mira a sviluppare le funzioni potenziali e/o residue dell’individuo in modo tale che questi possa meglio realizzare l’integrazione intra e interpersonale e consequenzialmente possa migliorare la qualità della vita  grazie a un processo preventivo, riabilitativo o terapeutico.” 

 Rolando Omar Benenzon, autore e docente argentino di musicoterapia, così la definisce:

“La musicoterapia è una psicoterapia non verbale, che utilizza le espressioni corporo sonoro non verbali per lo sviluppo di una relazione fra il musico terapeuta e coloro che necessitano di un appoggio per l’integrazione nella società e per migliorare la qualità della vita. Ha come altro obiettivo produrre scambi sociali, culturali ed educativi nell’ecosistema e contribuire alla prevenzione primaria della salute comunitaria”

 Fin dall’antichità risulta fondamentale la presenza del suono e della musica, è un elemento inscindibile dall’essere vivente. Il più piccolo rumore, quel suono impercettibile o quella parola sussurrata creano la melodia dell’individuo: la sua storia. L’idea che la musica sia completamente inserita nella vita sociale, parte integrante dei riti religiosi, della vita comunitaria e del lavoro, e che sia piena di valenze emozionali, rende possibile la constatazione che la produzione e l’ascolto possano influire a vari livelli sul comportamento degli esseri  umani. Continua a leggere “Effetti della ” Musicoterapia “”

× Featured

Mi racconto...